Nuova o Esistente da Riqualificare

postato in: Eco²ncetti | 0

Casa Nuova o Esistente da Riqualificare i Pro e Contro. 

Se non abbiamo ancora una casa la scelta è ovvia, infatti è noto a tutti che l’acquisto della prima casa è il miglior investimento, ma guai ad essere affrettati, approssimativi e leggeri. Analizziamo insieme alcune ipotesi, cosa tener presente nel caso stessimo valutando un acquisto. Comprare una casa nuova di zecca o una vecchia da riqualificare, prima di partire in quarta bisogna ben ponderare.

Voler acquistare una casa nuova comporta:

casa-nuova

1) L’assunzione di responsabilità, con l’acquisto va messo in conto anche l’eventuale procedura fallimentare a carico del costruttore, un evento imprevisto che causa molto spesso l’obbligo di versare ulteriori somme extra stabilite dai Curatori fallimentari per evitare il pignoramento della casa appena comprata. 
2) Avere certezza su prestazioni, comfort e salubrità, non è semplice. Bisogna avere competenze per giudicare e valutare la bontà della progettazione energetica e dei reali benefici che ne conseguiranno. Sappiamo quali materiali sono stati usati, la loro durabilità, la salubrità ed eco-sostenibilità?
Oltre alla classe energetica, quanto è salutare ed eco-sostenibile la nostra nuova casa?
3) L’accesso al credito è un aspetto insidioso. Il mutuo è un contratto, dopo la firma resta tale senza possibilità di correzioni, pertanto vista la complessità della materia siamo gioco forza impreparati. Firmiamo ignari dei cavilli nascosti, sarebbe opportuno per tutelarci avere accanto un avvocato o un consulente finanziario, figura che potrebbe essere sgradita in Banca, dove regna l’imposizione del contratto. 
In alcuni casi bisogna vendere la casa che abbiamo per comprarne una nuova che comporta inoltre: 
4) La costituzione di un capitale mediante la vendita della vecchia casa è un operazione che può procurare profitto o perdita. Dover chiudere la vendita per poter poi accedere all’acquisto è di per se una condizione di svantaggio, infatti si punta a non rimetterci più che a guadagnarci dalla vendita, per via della impossibilità di attendere il giusto acquirente che significa perdita di tempo.
5) Il capitale costituito sarà sufficiente a coprire tutta l’operazione? Se abbiamo venduto bene la casa vecchia se avremo la disponibilità della Banca per il mutuo, bisogna preventivare: – spese per acquisto degli accessori – spese notarili – spese per il trasloco dei mobili o acquisto di mobili nuovi – eventuali costi extra (dettati dalla necessità di liberare e consegnare la vecchia casa senza ancora avere a disposizione la nuova casa) per nolo di spazi dove depositare temporaneamente gli arredi  ed anche quelli relativi al nostro alloggio nel periodo scoperto.
6) Le responsabilità e gli impegni da assumere saranno sopportabili, siamo certi che non rimpiangeremo la nostra vecchia sistemazione e quel tenore di vita più tranquillo, meno stressato?Acquistare una casa esistente da riqualificare comporterebbe:
Casa Antica7) Esclusione dei Rischi descritti al punto 1.
8) Certezza del risultato in termini di efficienza energetica e salubrità,  in quanto potremo chiedere al tecnico di stilare un progetto esecutivo che tenga conto delle nostre esigenze primarie, discutendo le varie fasi ed  entrando nel merito relativamente alle prestazioni, ai materiali, ecc.
9) Importo capitale da investire e/o da finanziare più accessibile, sia per  l’acquisto dell’immobile che per la sua riqualificazione energetica.
10) Maggior facilità di accesso al credito, oltre che per l’importo più basso,  anche per le nuove e molto più convenienti convenzioni bancarie riservate a chi presenta progetti eco-sostenibili “Green Building Project”. Rischio di svalutazione immobiliare assente, con il passare del tempo, considerando che l’energia fossile è in esaurimento ed il peso della bolletta energetica sarà sempre più alto, le forti svalutazioni saranno a carico delle case non efficienti ed attrezzate, questo fattore, proteggerà il valore immobiliare per le case Naturali Passive ed in classe A, per la bassa necessità energetica garantita e certificata (A.P.E. Attestazione di Prestazione Energetica). Spendendo bene i nostri soldi, avremo più tenuta della valutazione immobiliare anche buone probabilità di un suo incremento. Prepariamoci al futuro salvaguardando il patrimonio. 
11) Eco-Bonus Fiscali, Riqualificare Energeticamente una casa di vecchia di proprietà o da acquistare consente inoltre di accedere alle detrazioni fiscali previste per legge, che sono praticabili oggi e per tutto il 2014 nella misura del 65% sino ad un massimale di 100.000,00.
La scelta più eco-sostenibile, semplice, facilmente finanziabile e realizzabile è la Riqualificazione Energetica di una casa di proprietà. Non dubitate, non perdete tempo, questo è il momento giusto. casa-esistente
Se proprio dovete cambiare casa cercatene una esistente, Recuperatela, Risanatela e Riqualificatela.Inutile continuare a cementificare non Vi pare? 
Non a caso la campagna sui canali RAI recita:

RIMETTI LA TUA CASA AL CENTRO DEL TUO MONDO

Per maggiori informazioni contattaci, puntiamo alla tua soddisfazione.

 

Torna a Eco²ncetti Torna allo Shop
Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Segui jupaweb:

Ultimi messaggi

Lascia un commento